Cos’è la sindrome di Osgood-Schlatter?

La sindrome di Osgood-Schlatter è un osteocondrosi che colpisce l’apofisi tibiale anteriore, una zona anatomica situata poco sotto alla rotula del ginocchio.

E’ la causa più comune di dolore al ginocchio negli adolescenti che fanno sport e la guarigione spesso è spontanea.

Per osteocondrosi si indica una serie di patologie che coinvolgono l’osso (osteo) e la cartilagine (condrosi) a carattere degenerativo.

Colpiscono prevalentemente nella fase adolescenziale e nel caso specifico dell’ Osgood-Schlatter c’è una prevalenza maggiore tra i maschi compresi tra i 10 e i 16 anni.

Osgood-Schlatter 02

Le cause

Non è ancora chiara una causa specifica, ma esistono più fattori che possono essere favorevoli per l’insorgere di questa patologia:

  • Stress meccanici sulla zona interessata, dove c’è l’ancoraggio del tendine rotuleo;
  • Predisposizione genetica-ereditaria.

Per stress meccanici si intendono tutte quelle condizioni in cui il ginocchio può andare incontro a microtraumi ripetuti che creano una trazione anomala sul tendine rotuleo.

Ciò, associato ad un immaturità ossea della tuberosità tibiale tipica dell’adolescenza, crea una ossificazione anomala e fuori dalla sua sede naturale dell’apofisi, e da qui la comparsa della protuberanza.

Che sintomi ci sono?

Solitamente si manifesta con:

  • Dolore al ginocchio, che aumenta dopo l’attività fisica, si riduce dopo l’interruzione e migliora col riposo;
  • Gonfiore e calore al ginocchio;
  • Alla RX si nota la comparsa di una protuberanza sotto al ginocchio;
  • A volte la sporgenza è visibile anche ad occhio nudo.

Inizialmente l’unico sintomo che l’adolescente lamenta è il dolore, in genere dopo un’attività sportiva ripetuta o che prevede dei salti.

Osgood-Schlatter 03

Come si cura?

Il morbo di Osgood-Schlatter è una patologia benigna che di solito guarisce spontaneamente anche nell’arco di due anni.

L’evoluzione è favorevole e la sintomatologia tende a scomparire senza lasciare nessun fastidio.

Il trattamento è conservativo e consiste inizialmente nel riposo e nella riduzione o astensione dall’attività sportiva che possa acutizzare il dolore.

Per controllare il dolore spesso si consiglia il riposo assoluto ( con la gamba in scarico assoluto) e il ghiaccio nella zona dolente.

Per completare il trattamento è necessaria anche della terapia manuale che sarà mirata all’allungamento di alcuni distretti muscolari e al rinforzo di altri.

Osgood-Schlatter 04

Nei casi più gravi può essere necessario un periodo di immobilizzazione del ginocchio con un tutore o un gesso.

Solo se Il morbo di Osgood-Schlatter viene trascurato, può causare dolore anche dopo l’adolescenza, rendendo necessario un intervento chirurgico per rimuovere frammenti ossei o per rimediare ad un distacco osseo.

Ma, come già detto in precedenza, l’evoluzione della patologia è benigna nella quasi totalità dei casi, e con il crescere può lasciare dei segni radiologici tipici ma che non daranno nessuna problematica futura.

Fonte: pierpaolopogelli.it

[/av_textblock]

[av_hr class=’invisible’ height=’50’ shadow=’no-shadow’ position=’center’ custom_border=’av-border-thin’ custom_width=’50px’ custom_border_color=” custom_margin_top=’30px’ custom_margin_bottom=’30px’ icon_select=’yes’ custom_icon_color=” icon=’ue808′ font=’entypo-fontello’ av_uid=’av-kcu70in0′ id=” custom_class=” admin_preview_bg=”]

[av_productgrid categories=’54,58,60,34,233,62,53′ columns=’3′ items=’9′ wc_prod_visible=” wc_prod_hidden=” wc_prod_featured=” wc_prod_additional_filter=” sort=’dropdown’ prod_order=” offset=’0′ paginate=’yes’ av_uid=’av-kcu71jmw’ alb_description=” id=” custom_class=”]

[av_hr class=’invisible’ height=’50’ shadow=’no-shadow’ position=’center’ custom_border=’av-border-thin’ custom_width=’50px’ custom_border_color=” custom_margin_top=’30px’ custom_margin_bottom=’30px’ icon_select=’yes’ custom_icon_color=” icon=’ue808′ font=’entypo-fontello’ av_uid=’av-kcu70mxo’ id=” custom_class=” admin_preview_bg=”]

Ti è piaciuto? Condividi!
Share on Facebook
Facebook
Share on LinkedIn
Linkedin
Tweet about this on Twitter
Twitter
Email this to someone
email
Print this page
Print